Stampa

La Parrocchia

 

La Parrocchia Ss. Pietro e Paolo è situata nella zona nord di Desio, il suo territorio confina con Seregno e con Cesano Maderno e fa parte della comunità pastorale della città di Desio dedicata a santa Teresa di Gesù Bambino, costituitasi il 1° ottobre 2010.

La parrocchia conta circa 6.300 abitanti e si estende su un’area di circa 3,3 kmq. Essa fu eretta su decreto del card. Giovanni Colombo, arcivescovo di Milano, in data 23 aprile 1965. Il 25 aprile 1965 vi fece il suo solenne ingresso don Luigi Gaiani, primo Parroco. Il fulcro della comunità è costituito dalla Chiesa e dal Centro Parrocchiale, che sorgono l’una vicino all’altro in via Santa Caterina.

La chiesa parrocchiale fu costruita subito dopo la costituzione della parrocchia, in pochi mesi, e fu benedetta e inaugurata dal cardinal Giovanni Colombo, arcivescovo di Milano,  il 18 dicembre 1965. Dopo avervi effettuato alcuni interventi all’interno e la costruzione del pronao esterno, venne consacrata il 28 giugno 1983 dal cardinal Carlo Maria Martini.

La chiesa conserva alcune opere artistiche, quali vetrate e tabernacolo progettati da padre Francesco Radaelli (1982), un quadro raffigurante la Risurrezione di Alessandro Savelli (1987) e un organo elettrico a trasmissione meccanica, opera  della fabbrica “Mascioni” di Cuvio (1978).

Le tappe maggiormente significative della storia della Parrocchia si possono così sintetizzare.

 

1965: Costituzione della parrocchia, con ingresso del primo parroco don Luigi Gaiani; insediamento provvisorio dell’attività liturgica e pastorale presso il santuario della Madonna Pellegrina;  avvio dei lavori per la costruzione della nuova chiesa ed inaugurazione della stessa; avvio dei lavori del nuovo centro parrocchiale;

1966 : inaugurazione dell’edificio adibito a Centro Parrocchiale e Oratorio;

1967:  la parrocchia celebra le sue prime Missioni con i volontari francescani di Assisi; primo oratorio feriale estivo;

1968: sopraelevazione di un piano del Centro Parrocchiale e ampliamento degli spazi all’aperto dell’Oratorio (campi da basket e pallavolo);

1970: arrivo in parrocchia del primo sacerdote coadiutore (vicario parrocchiale) don Ambrogio Pirovano;

1975: visita pastorale del card. Giovanni Colombo;

1977: ordinazione diaconale nella chiesa parrocchiale di don Renato Villa che verrà ordinato presbitero nel giugno dell'anno seguente.

1978: inaugurazione dell’organo “Mascioni” e sua collocazione nel progetto generale di un intervento estetico del presbiterio;  25° di ordinazione sacerdotale del parroco don Luigi Gaiani;

1980: arrivo del nuovo vicario parrocchiale don Claudio Frigerio;

1982: interventi di abbellimento della chiesa parrocchiale (nuove vetrate, tabernacolo, battistero e pronao e sistemazione della cappella invernale);

1983: amministrazione di Battesimo, Cresima ed Eucaristia a Hideko Tsugawa, di nazionalità giapponese, organista della parrocchia e futura sr. Maria Grazia;  visita del card. Carlo Maria Martini e consacrazione della chiesa parrocchiale; il 25 settembre viene ordinato sacerdote saveriano il parrocchiano padre Gianni Villa.

1984: arrivo in parrocchia delle Ausiliarie Diocesane e avvio dei lavori di sistemazione di alcuni ambienti interni ed esterni del Centro Parrocchiale;

1987: prima Messa del parrocchiano don Umberto Dell’Orto; viene installato nella parrocchiale il quadro della "Resurrezione" dell'artista A. Savelli.

1990: festeggiamenti per il 25° di fondazione della parrocchia; arrivo del nuovo vicario parrocchiale don Carlo Gerosa;

1991: lavori di restauro al santuario della Madonna Pellegrina;  ingresso del secondo parroco don Giancarlo Airaghi;

1992: prima Messa del parrocchiano don Claudio Dell’Orto; arriva il nuovo vicario (in comunione con la parr. S. Pio X) don Enzo Zago;

1995: visita pastorale del card. Carlo Maria Martini; allestimento del nuovo impianto di illuminazione e del nuovo impianto di diffusione sonora della chiesa parrocchiale;

1996: festeggiamenti per il 25° di ordinazione sacerdotale del parroco don Giancarlo Airaghi;

1997: arrivo del nuovo vicario parr. (sempre in comunione con S.Pio X) don Giuseppe Massaro;

1999: inizio della periodicità settimanale dell'informatore parrocchiale “La Fonte”;

2000: prima Messa del paerrocchiano padre Giuseppe Dell’Orto; ingresso del terzo parroco don Antonio Niada;

2003: costituzione del gruppo dei Ministri laici dell’Eucaristia;

2004: restauro interno del santuario della Madonna Pellegrina.

2005: festeggiamenti per il 40° di fondazione della parrocchia e per il 25° di ordinazione sacerdotale del parroco don Antonio Niada;

2008: visita pastorale al decanato di Desio del card. Dionigi Tettamanzi; rifacimento del campo da calcio;

2010: costituzione della comunità pastorale cittadina, dedicata a s. Teresa di Gesù Bambino, e arrivo del vicario parrocchiale don Giuseppe Corbari;

2014: dopo una manutenzione straordinaria, ritorna al suo splendore la sonorità del prezioso organo "Mascioni" della chiesa parrocchiale.

2015: la Comunità Parrocchiale celebra con gioia il suo 50° anniversario di vita. Numerose le iniziative intraprese. Fra queste ricordiamo il libro "...e camminava con loro" riguardante la cronaca pastorale di questi primi 50 anni. L'intervento nelle celebrazioni domenicali dei sacerdoti che hanno prestato presso di noi il loro ministero. La solenne concelebrazione eucaristica del 28 giugno, presieduta dal card. Dionigi Tettamanzi, alla presenza dei tre ex-parroci don Luigi, don Giancarlo, don Antonio, dell'allora parroco della comunità pastorale mons. Elio Burlon e di vari sacerdoti nativi della Parrocchia o che vi prestarono la loro opera. Una ricca mostra fotografica con ricordi del passato contorna la festa del 50°.

Viene inaugurato il 31 maggio il quadro "Il 50° giorno" sul tema della Pentecoste, dipinto dall'artista desiano Alessandro Savelli. Vengono donate alla chiesa due acquasantiere che ripetono il tema marmoreo dell'altare e dell'ambone.

Il 1° novembre muore ad Arcore don Luigi Gaiani, primo parroco. Ai funerali partecipa commossa una nutrita schiera di nostri parrocchiani.

2016: nel mese di settembre avviene la successione del responsabile della comunità pastorale: viene nominato mons. Gianni Cesena